Putrefazione

L’ansia prende il sopravvento e io mi lascio andare al mio stesso destino. Mi do in pasto alle paranoie e rinnego la realtà. Ma cos’è reale? Chi ho davanti? Chi sono io? Vittima o carnefice?

Intorno a me è il caos: le luci, le voci, le ombre, i rumori, i passi; e la gola mi si chiude.. Così lenta da farmi sentire il percorso che compie fino al soffocamento.

Tossisco per farle capire che lotto e che amo lottare, ma con gli occhi spalancati per dimostrarle che sta vincendo lei: io ho paura.. Ne sono succube.

Alzo bandiera bianca a te, mentre il suolo freddo mi accoglie come se fossi già sua. Mi culla e accompagna i miei respiri affannosi che si mischiano al gelido vento che soffia via la realtà, le voci, le luci, le ombre, i rumori, i passi.

E gli occhi una volta spalancati ora mostrano il buio, la notte, la fine. È freddo, è buio, è il sapore della terra in bocca, l’odore di putrefazione, la consapevolezza di non poter riuscire a liberarsi, ad andar via. È una bara chiusa. E tu sei sotto terra.. In pasto ai vermi.

-ChicaTrise

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: